Signore e Signorine Corale greca di Beatrice Masini

signore-e-signorine-corale-greca
Signore e Signorine Corale greca di Beatrice Masini
5 (100%) 1 voti

Casa editrice: Einaudi Ragazzi

Anno di pubblicazione: 2002

2

 

BREVE BIOGRAFIA AUTORE

Beatrice Masini

Beatrice Masini

Beatrice Masini, nata a Milano nel 1962, è una giornalista, traduttrice e scrittrice italiana. Ha lavorato prima a “Il Giornale” e poi a “La Voce”, quando dopo un anno il quotidiano ha chiuso, ha cominciato a scrivere storie per i ragazzi.

Il libro “Signore e Signorine – Corale Greca”  di Beatrice Masini ha vinto il Premio Pippi, il suo libro “La spada e il cuore – Donne della Bibbia” ha vinto il premio Elsa Morante Ragazzi. Inoltre ha vinto il Premio Andersen – Il mondo dell’infanzia come miglior autore.

È anche conosciuta per aver tradotto i libri sulla saga di Harry Potter della scrittrice britannica J.K. Rowling per la versione italiana distribuita dall’Adriano Salani.

TRAMA

Siamo tornati indietro nell’antica Grecia, ma questa volta non saranno né gli dei né gli eroi i veri protagonisti, ma le loro madri, le mogli, le figlie… Le donne, che racconteranno le vicende epiche da un altro punto di vista. Alcesti che si offre di morire per donare l’eternità al marito, Alcmena che viene ingannata e tradisce senza volerlo, Arianna che fugge con l’eroe Teseo, ma… La storia della selvaggia Atalanta, la maga Circe che racconta come ha conosciuto Ulisse e se n’è innamorata, Elena la donna bellissima che ha provocato la guerra tra Greci e Troiani e molte altre storie. Beatrice Masini in questo libro dà voce alle donne e racconta quello che nessuno sa. Scrive le parole che non si leggono sui poemi, che i poeti non vogliono usare. Ma che sono pur sempre verità.

Mostra la forza delle donne, la loro obbedienza e senso del dovere, il loro coraggio e determinazione nel prendere in mano la situazione, quando gli uomini, stanchi, non ce la fanno più. Le donne parlano a noi, raccontano le loro storie per farci conoscere e sapere e noi le facciamo vivere, di nuovo. In questo libro le donne parlano a noi dei tempi moderni e chiedono giustizia, uguaglianza, comprensione. 

GIUDIZIO PERSONALE

Beatrice Masini mantiene lo stile dei poemi epici, ma scrive come se i narratori stessero parlando al lettore. Tutto il libro quindi appare come uno spettacolo teatrale e gli spettatori siamo noi che leggiamo e che insieme ai protagonisti viviamo avventure, dolori e gioie. Noi ci immedesimiamo in un personaggio e lo prendiamo a cuore e con lui viaggiamo, non siamo più nelle nostre case, ma in un mondo antico, dove regnano leggi diverse e dove gli dei interferiscono con le vite degli uomini, dove gli eroi ci aiutano a sconfiggere il male, ma non sempre vince il bene. Già, perché anche questa è vita e la vita, lo sappiamo, non è sempre giusta.

Ma anche quando finisce male ci sono altri amici a consolarci, altre storie d’ ascoltare. Altre versioni, altri attori, situazioni diverse. Tutto cambia in Signori e Signorine e mai nessuna guerra è per davvero persa, non fino a quando ci saranno lettori interessati che tifano per il bene, non fino a quando noi faremo parte della loro storia. Come dice Zenaide, una semplice panettiera, che non è eroe né dea,: “Saper fare una storia e saper fare un pane è importante. Tutti e due ci fanno venire fame e tutti e due, se ben fatti, ci saziano. Se scrivi del pane, diventa tuo. Se scrivi una storia, diventa tua. Anche se l’ascolti. C’è qualcuno che ha una nuova storia da raccontarmi?”

Nell’antica Grecia c’è sempre una nuova storia, nuovi segreti svelati e misteri ancora irrisolti, novità. Leggendo Signori e Signorine noi ne veniamo a conoscenza di alcuni. Questo libro ci offre le possibilità di vivere avventure ed imparare e tutto quello che ci chiede è di ascoltare le voci delle donne che ci raccontano fatti nuovi, versioni diverse.

È un libro che consiglio, soprattutto a chi è appassionato di storie antiche, ma anche no. Ci aiuta a capire meglio la cultura dell’epoca, ma soprattutto diverte ed insegna. Ci porta a contatto con un mondo diverso, ci insegna nuove regole e mostra una visione della vita e della morte differente. Non è un libro che richiede sforzo, non è complicato, forse è un po’ complesso a causa delle diverse vicende che si intersecano tra di loro, ma è di facile comprensione. È un libro che si può leggere velocemente, ma andrebbe sprecato, perché ogni storia comunque richiede una riflessione che se non svolta ci porta a non comprendere il vero senso del tutto e quindi a lasciarci insoddisfatti. Quindi, riassumendo, non è un libro difficile che richiede molto tempo per essere compreso e lo stile di scrittura non è neppure pesante, ma bisogna dedicarli del tempo se si vuole viverlo al massimo, in questo modo concluderemo una lettura che ci lascia soddisfatti.

LINK

http://it.wikipedia.org/wiki/Beatrice_Masini

Be the first to comment on "Signore e Signorine Corale greca di Beatrice Masini"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*