Citazioni più belle

Citazioni più belle:

Meglio vivere da mostro o morire da uomo per bene? – Shutter Island (film)

Quando sei in pericolo ogni cosa ti appare chiara. Tutto il resto scompare. Il pericolo è una droga terribile, ma è questo che mi piace: la chiarezza di pensiero che dona.

Dopo aver corteggiato a lungo il diavolo, alla fine il diavolo era venuto a prenderlo.

Certe volte avevo la sensazione che tu fossi un me stesso migliore di me.

Giochi col fuoco perché ti vuoi bruciare.

Era ubriaco d’amore.

Il freddo è il mio alleato. La notte la mia salvezza. L’amore la mia trappola.

Nulla può accadere di più meraviglioso della morte.

Muore giovane colui che gli dei amano

A suo favore, della morte bisogna dire che è una delle poche cose che si possono fare facilmente stando sdraiati.

  Un caffè corretto al sangue

Holly Black – I segreti di Coldtown

Da oggi il destino appartiene a me…

Frozen – Il regno di ghiaccio (Film)

 

Chi fa ciò che ama è come un re .

L’amore e’ la grande legge della vita. E’ l’inizio e la fine di ogni cosa. Se il tuo cuore non e’ nel tuo lavoro, se il tuo lavoro non e’ nel tuo cuore, ti opponi a questa grande legge. Ai miei occhi chi fa’ ciò che ama e ama ciò che fa’ e’ pari ad un re, e, fosse anche un modesto artigiano o un semplice operaio, per me il suo posto nella gerarchia umana è comunque più in alto del grande uomo d’affari dominato dall’ astio, dall’ avidità e dalla rivalità.

Ogni giorno che passi senza amare ciò che fai,  è un giorno perduto che non tornerà mai più.

Niente e nessuno potranno fermarti, tra

nne tu stesso! Poiché ogni uomo può essere il proprio migliore amico, e ogni uomo può essere il proprio peggior nemico.

Persevera! Il gioco vale la candela: la spina più dura difende la rosa più bella.

Il Milionario di Mark Fisher

Il brutto della vita è che non ci sono le istruzioni per l’uso.

Tristezza, solitudine, rabbia. Quasi tutte le canzoni che mi piacciono ne parlano. Suonandole è come se affrontassi quei mostri, soprattutto quando non riesci a dar loro neppure un nome. Poi però, finita la musica, quelle cose restano lì.

Certo, magari adesso le sai riconoscere meglio, ma nessuno le ha magicamente spazzate via.

Quando non hai sogni li rubi agli altri, perché non li abbiano neanche loro. L’invidia ti brucia il cuore e quel fuoco divora tutto.

Se mi concentro sul mio corpo sento dolore e se mi concentro sui miei pensieri sento ancora più dolore. Perché il dolore ha deciso di diventare il mio migliore amico?

Ma l’amore è un’altra cosa. L’amore non dà pace. L’amore è insonne. L’amore è elevare a potenza. L’amore è veloce. L’amore è domani. L’amore è tsunami. L’amore è rosso sangue.

Beatrice è vino rosso. Mi ubriaca: io la amo.

 

Il t9 è l’invenzione del ventunesimo secolo. Ti risparmia un sacco di tempo e ti regala quattro risate, perché  quando vuoi scrivere una parola lui ne intuisce un’altra, che a volte è quella opposta. Per esempio quando devi scrivere “Scusa”, la parola che viene fuori è “Paura”… è una coincidenza singolare, perché quando io devo chiedere scusa per qualcosa ho sempre una gran paura.

 

Quella dei sogni è una balla colossale. Lo sapevo. L’ho sempre saputo. Perché poi arriva il dolore e nulla ha più senso. Perché tu costruisci, costruisci, costruisci e poi all’ improvviso qualcuno o qualcosa spazza via tutto.

I sogni veri si costruiscono con gli ostacoli. Altrimenti non si trasformano in progetti, ma restano sogni. La differenza tra un sogno e un progetto è proprio questa.

Solo chi ama il tuo dolore ti ama davvero.

Ci sono due modi per guardare il volto di una persona. Uno è guardare gli occhi come parte del volto. L’altro è guardare negli occhi e basta, come se fossero il volto; è una di quelle cose che mettono paura quando le fai. Perché gli occhi sono la vita in miniatura. Bianchi intorno, come il nulla in cui galleggia la vita, l’iride colorata come la varietà imprevedibile che la caratterizza, sino a tuffarsi nel nero della pupilla che tutto inghiotte, come un pozzo scuro senza colore e senza fondo. Ed è lì che mi sono tuffato guardando Silvia in quel modo, nell’ oceano profondo della sua vita, entrandoci dentro e lasciando entrare lei nel mio, di  oceano.

Bianca come il latte Rossa come il sangue di Alessandro D’ Avenia

Be the first to comment on "Citazioni più belle"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*